Faq

Come posso fare per avere il servizio del gas di città?
Deve fare richiesta all’ufficio utenti di MEDEA S.p.A., a Sassari, in Via Torres n. 4

Posso delegare un’altra persona per svolgere le pratiche agli sportelli?
Si, è sufficiente formulare una delega accompagnata dalla fotocopia del documento d’identità del sottoscrittore.

Quali sono le spese di allaccio?
La quota di allaccio è di € 250,00

Quali documenti occorrono per il contratto?

  1. Documento d’identità valido
  2. Attestazione dell’avvenuto pagamento della quota d’allaccio se effettuato mediante bollettino postale o pagamento diretto allo sportello con POS (Bancomat o Carta di Credito).
  3. Codice fiscale
  4. Dati catastali dell’immobile

Quali sono i tempi di allaccio?
I tempi di allaccio sono normati dalla carta dei servizi, il tempo massimo previsto per lavori semplici e di 15 gg fino ad un contatore G25 e 20 gg per contatori di classe superiore.

Dove viene posizionato il contatore del gas?
Il punto esatto viene indicato nel progetto elaborato dal tecnico Medea che deve essere autorizzato dal richiedente prima dell’inizio dei lavori.

Ho necessità di chiedere l’autorizzazione anche ai miei vicini di casa?
Gli impianti vengono realizzati su parti comuni è quindi necessaria l’autorizzazione di tutti i proprietari (amministratore di condominio, IACP o COMUNE).

Chi effettua il collegamento del contatore fino alla mia abitazione?

  1. l’utente dovrà provvedere alla realizzazione mediante termo-idraulico abilitato alla realizzazione dell’impianto post-contatore, quindi dal contatore di MEDEA S.p.A. fino agli utilizzatori (caldaia, cucina, scaldabagno a gas);
  2. dovrà farsi rilasciare il certificato di conformità come previsto dalla normativa in vigore e dovrà consegnarne una copia conforme o in originale a MEDEA S.p.A.

Cosa devo fare per richiedere un subentro o una voltura del contratto?

  • Recandosi presso gli sportelli Medea il cliente può cambiare l’intestazione del contratto della fornitura di un impianto già attivato.
    I dati necessari sono:
  • indirizzo di ubicazione della fornitura;
  • matricola del contatore oppure codice contratto del precedente intestatario;
  • lettura del contatore;
  • dati anagrafici del nuovo intestatario (compreso telefono e codice fiscale).

Come posso richiedere la cessazione del contratto?
Per posta oppure recandosi presso gli sportelli Medea il cliente può richiedere la cessazione del contratto di fornitura, con conseguente piombatura del contatore e addebito dei consumi registrati fino al momento dell'effettiva interruzione dell'erogazione.
E’ sufficiente comunicare il codice contratto presente nella bolletta e il nuovo recapito per la spedizione della fattura finale.
L’intervento di piombatura del contatore, e i costi relativi, possono essere evitati se al cliente succede un nuovo intestatario dell’utenza. In questo caso si può procedere al Subentro

Dove posso pagare la bolletta?
Medea mette a disposizione dei suoi clienti due modalità per il pagamento delle bollette.

  • La domiciliazione bancaria
  • Bollettino postale
  • Domiciliazione postale

Se ricevo una bolletta con un consumo stimato in eccesso, cosa posso fare?
Può essere richiesta la riemissione di una fattura, entro la data di scadenza della stessa, qualora questa contenga un consumo stimato che non corrisponde al consumo reale. Per poter avere la nuova fattura è necessario rilevare la lettura reale e recarsi presso gli uffici Medea. La fattura precedentemente emessa verrà annullata e verrà emessa una nuova fattura contenente il consumo reale relativo alla nuova lettura fornita.

Ho smarrito la bolletta. Come posso chiederne un duplicato?
Per richiedere il duplicato della bolletta è sufficiente chiamare il numero verde 800050101, segliere l'opzione 2 e parlare con un operatore commerciale, oppure recarsi presso gli sportelli Medea.

logo gruppo hera  logo heracomm

Questo sito utilizza i cookies per facilitarne la navigazione ed il funzionamento. Utilizzandolo si accettano le modalità attuali.