Energia e' sviluppo

“Energia è sviluppo”, per la decima edizione del convegno Ener.Loc, che si è svolto a Sassari, nella sala conferenze della Camera di commercio e organizzato dalla Promo PA.

Il tema di quest’anno: il Gnl, cioè il gas naturale liquefatto, un combustibile assimilato, per le agevolazioni fiscali, alle energie rinnovabili.

Dopo i saluti di rito del sindaco di Sassari Nicola Sanna, e delle autorità locali, si è entrato nel vivo delle relazioni e tutti gli intervenuti hanno posto l’accento sull’assenza del metano in Sardegna, l’unica regione in tutta l’Italia. A questo proposito è intervenuto il presidente della Medea, l’ing. Roberto Sacchetti, che ha ricordato come gli impianti dell’azienda del gas cittadino siano stati realizzati per funzionare a metano ed oggi utilizzano una miscela che ha caratteristiche tali da poter essere distribuita con la medesima rete. Va quindi accolta favorevolmente l’ipotesi di realizzare impianti per lo stoccaggio di metano liquido (Gnl), il presidente Sacchetti, ha evidenziato che l’utilizzo di questo combustibile potrà rappresentare un’opportunità, se si sarà in grado di creare un sistema infrastrutturale efficace ed economicamente sostenibile per il trasporto. Il dirigente Medea ha anche aggiunto che: “Occorrerà un sistema di controllo pubblico, per garantire l’approvvigionamento a prezzi regolati”. Sacchetti ha, inoltre, sollecitato le istituzioni pubbliche a cogliere l’opportunità di favorire il risparmio energetico adottando strumenti incentivanti capaci di favorire la diffusione della contabilizzazione del calore, e la sostituzione delle caldaie obsolete, azioni in grado di ridurre i consumi e nel contempo tutelare l’ambiente”. Tutti i relatori hanno convenuto che il metano e il gpl siano i combustibili fossili meno inquinanti, infatti, con il passaggio di numerosi edifici pubblici all’alimentazione a gas, solo nel 2015, si sono risparmiati a Sassari ben 470 tonnellate di CO2.

Delle effettive potenzialità del Gnl ha invece parlato il direttore di stabilimento della latte 3A Arborea, Massimo Ferniani. L’azienda casearia possiede l’unico deposito di Gnl nell’isola e per il prossimo futuro ha anticipato la realizzazione di un progetto innovativo che consiste nel produrre biogas dalla digestione anaerobica dei liquami bovini conferiti dai propri soci.

Infine, da segnalare l’intervento di Roberto Madella, amministratore delegato Polargas, l’azienda che distribuisce GNL e che ha realizzato lo stabilimento di Arborea. Madella ha evidenziato come la Sardegna faccia un uso consistente di gas in bombole, proprio per l’assenza del metano, ed ha riportato i dati di criticità per la sicurezza evidenziando che statisticamente si hanno 2,6 incidenti ogni milione di utenti serviti da bombole, contro 0,7 incidenti per le utenze allacciate alla rete.